Vai ai contenuti

il mondo politico

varie
  
MONDO POLITICO E CARRESI

 
Se in Puglia la Carrese di Chieuti non ha molta influenza politica, ben diversa la situazione in Molise, dove la popolazione interessata (e quindi pacchetto di voti che rappresenta) è assai superiore.

 
nel Partito Democratico molisano

 
Alfiere politico delle Carresi è l'avvocato Vittorino Facciolla, già sindaco di San Martino in Pensilis e ora capogruppo del PD nel Consiglio Regionale. Abbiamo visto lo scorso numero il suo impegno  nel fronteggiare il sequestro dei carri. Ora leggiamo un suo intervento in difesa delle carresi.
https://quotidianomolise.com/stop-carrese-querelle-social-tra-federico-e-facciolla/
Quando si dice fare passerella! Il post del buon onorevole Antonio Federico dimostra quanto lui non conosca affatto la carrese – così interviene il consigliere Facciolla su quanto dichiarato poco prima sui social dal deputato pentastellato – quanto ne sia distante e quanto, oggi, sia giustificabile il suo voto di astensione alla legge regionale di tutela della stessa. Il buon Federico avrebbe dovuto chiedere al prefetto l’immediata revoca della sua ordinanza perché lesiva dei diritti di un intero popolo. Avrebbe dovuto chiedere la revoca dell’ordinanza del prefetto perché sottrae, illegittimamente, al nostro sindaco il potere di autorizzare la carrese. Avrebbe dovuto chiedere la revoca dell’ordinanza (...) perché paragonare i fatti di Torino o evocare la morte dello spettatore a Chieuti non fa onore ad una comunità che sulla sicurezza degli uomini e degli animali, nella carrese, ha speso le migliori energie. Le lavate di faccia, proprio no. Noi andiamo avanti”.

nel Movimento 5 Stelle

 
Destinatario della critica è Alessandro Federico, del M5S, reo, come letto, di essersi a suo tempo astenuto sul provvedimento per tutelare le carresi.
E cosa dicono i parlamentari molisani 5 stelle?
Leggiamo la posizione uffciale:
www.termolionline.it/news/politica/716588/anche-il-movimento-5-stelle-molise-si-esprime-sulla-questione-carresi  
I portavoce molisani del MoVimento cinque stelle in Parlamento sono a disposizione di chiunque per iniziare, sin da oggi, a porre le basi affinché, già dalla prossima edizione, tradizione, cultura, sicurezza delle persone e benessere degli animali possano convivere e far rivivere le "Carresi".
In particolare, visto che le norme che rendono impossibile lo svolgimento della manifestazione sono di matrice ministeriale, sarebbe opportuno instaurare un confronto serio e costruttivo tra le autorità competenti ed i sindaci dei comuni interessati, nonché con i rappresentanti delle associazioni dei carri.
Non sarà facile ma un impegno in questo senso è doveroso, soprattutto nei confronti delle popolazioni che in questa tradizione riconoscono le loro comuni radici.

nella maggioranza (Centrodestra)

 
Quanto alla maggioranza di Centro Destra rappresentata dal Presidente della Regione Molise, abbiamo già visto che era corso a portare la sua solidarietà a San Martino in Pensilis, al momento del blocco prefettizio della corsa.
Ecco quanto ha dichiarato il Presidente Toma: www.primonumero.it/2018/08/tavola-rotonda-sulle-carresi-toma-patrimonio-da-sostenere-anche-con-un-parco/1530522281/  
Le Carresi – rileva il presidente Toma –  sono entrate a pieno titolo fra le manifestazioni appartenenti al patrimonio culturale immateriale.
Espressioni  d’identità culturale collettiva contemplata dalle Convenzioni Unesco, sono  state per questo motivo dichiarate dal Mibact di interesse storico-culturale e demoetnoantropologico particolarmente importante. Ma a parte questi riconoscimenti sul piano culturale, la Corsa dei Carri è il simbolo di una comunità che si riconosce  pienamente in essa.
Sicuramente – chiarisce Toma – la Regione Molise è attenta a dare il giusto e doveroso sostegno a questa importantissima tradizione.
(…) Molto interessante – aggiunge Toma – mi pare l’idea di dare vita al Parco delle Carresi, un’iniziativa che andrebbe a coinvolgere non solo i quattro comuni che storicamente sono legati alla Corsa dei Carri, San Martino in Pensilis, Ururi, Portocannone e Chieuti, ma anche altre località molisane (...).
E in novembre arriva il conto: 500.000 euro che i Comuni dovrebbero pagare e che ovviamente chiedono alla Regione. Li otterranno? Vedremo.
https://quotidianomolise.com/carrese-presentato-il-progetto-per-la-messa-in-sicurezza-del-percorso-occorrono-500mila-euro-appello-alla-regione/  

  
ma anche i nostri voti contano

Evidentemente i voti dei pro-carresi contano e molto. Ma anche i nostri! Cosa possiamo fare? Cominciamo a inviare la mail n° 6 al PD nazionale (inutile scrivere al Consigliere Facciolla). Devono ben valutare l’opportunità di essere legati alle immagini che dimostrano tutto l’affetto dei carrieri per i buoi! E inviamo al presidente della Regione Molise la n° 3.
Per il Movimento 5 stelle, stiamo chiedendo ai parlamentari molisani di chiarire bene come possano conciliarsi bastonate, pungoli e tradizioni. Quando risponderanno (se avranno risposto) vedremo come intendono tener conto del benessere dei buoi e dei cavalli, di cui al loro comunicato.
Hosting Opzione.com
Torna ai contenuti