Vai ai contenuti

gli infidi animalisti

  
Questo però non lo scrivono i fan delle Carresi; sta scritto nella relazione Le Carresi del basso Molise redatta nel 2017 dalla Soprintendenza Archeologica  e dal Segretariato Regione Molise del Ministero dei Beni Culturali, recuperata con pazienza e determinazione dalla LIDA.
Interessante anche l'unico commento al momento della nostra ricerca: siamo troppo forti, dice Lawliet. Fortissimi diremmo, non trovate? Continua la relazione: ciò che può sembrare una costumanza primitiva, o addirittura violenta è invece, una festa di passione, di ritualità, di gesta che si tramandano di generazione in generazione, senza mai dimenticare lo spirito religioso devozionale verso il Santo patrono.
Prendere a botte i buoi (perché questo è) "sembra" primitivo e violento? Per noi lo è, altro che sembra! E il Santo patrono ne sarebbe onorato?

ma l’amore no…

 
...cantavano Iva Zanicchi e Gigliola Cinquetti. E invece sì, non poteva mancare eccolo qua: L'amore poi per gli animali, buoi e cavalli, è fatto di rispetto di partecipazione quotidiana. (...)
    Il fascino tradizionale di questa festa (…) esalta il segno di devozione, glorifica un santo nella fede ma, nel contempo pone attenzione, rispetto e cura verso i protagonisti di questo rituale, i Buoi e i Cavalli.

 
questi infidi animalisti!

 
Più volte associazioni animaliste e ambientaliste hanno tentato di ostacolare la manifestazione servendosi di espedienti per giustificare uno pseudo maltrattamento degli animali, così da minare una tradizione ultracentenaria di queste piccole comunità del Molise.
Poffarbacco, pseudo maltrattamento! Bisogna immediatamente avvisare la procura di Larino che nel 2015 aveva riscontrato maltrattamenti, uso di doping e quant’altro! Vuoi vedere che sono state le diaboliche associazioni che hanno dopato di nascosto i buoi e poi hanno rapito i carrieri sostituendosi a loro per maltrattare gli animali nei filmati e far ricadere su di loro la colpa?
  Comunque abbiamo chiesto al Ministero di spiegarci quali sono questi espedienti e quali associazioni siano coinvolte, perché si meritano giustamente la pubblica esecrazione!
Intanto il Comune di Chieuti sta tentando di far riconoscere la sua Carrese dal Ministero come manifestazione di elevato valore culturale. Per questo vi invitiamo a CLICCARE QUI per inviare le mail di protesta per impedire questa ulteriore beffa.
Hosting Opzione.com
Torna ai contenuti